Semplificare: eliminare

Talvolta credo che sia stata la continua ricerca di confort a portarci ad una vita complicata. Colmiamo le dispensa di cibo, gli armadi di abiti, le credenze di stoviglie, tovagliati e le cucine elettrodomestici dalle mille funzioni per poi trovarsi ad utilizzare unicamente ciò che abbiamo a portata di mano.

Qualche anno fa riordinando un cassetto ritrovai un servizio di posate: nonostante fosse tra i miei preferiti, lo avevo scordato lasciandolo per anni sepolto da mille inutilità. Ricordo di aver provato un grande dispiacere e senso di vergogna. Quel che ci piace non si mette da parte. Iniziai a svuotare cassetti e armadi per ripartire da zero.

Ho semplificato la mia vita eliminando, l'ho resa bella lasciando soltanto che mi serve e che amo. Adesso un cassetto mezzo vuoto è bellezza e non uno spazio da riempire. Ho iniziato dalle piccole cose: la decorazione che non amavo più,i vecchi diari, le foto di gite con persone di cui non ricordavo nemmeno l'esistenza, gli oggetti che conservavo in mansarda "nel caso in cui", i campioncini (estetista,parrucchiere,dentista ... mio Dio quanti!), i prodotti lasciati a metà da mesi e che sapevo non avrei mai più riutilizzato, i regali ai quali non avevo trovato una postazione, i doppioni e le inutili scorte (come 5 felpe per imbiancare). Piccole cose che hanno colmato decine di scatoloni di spazzatura e altrettanti di oggetti in buono stato ma inutili per me. 


 per fare decluttering conservando la  "la coscienza pulita" : donate a chi ha bisogno , regalate,  riciclate oppure organizzate un garage sale.


Ho preferito conservare queste vecchi isolanti elettrici al posto di una serie di vasi nuovi di zecca: selezionate solamente seguendo ciò che vi piace e che utilizzate maggiormente

Ho preferito conservare queste vecchi isolanti elettrici al posto di una serie di vasi nuovi di zecca: selezionate solamente seguendo ciò che vi piace e che utilizzate maggiormente

DSC_7858.jpg