#semplificare: la valigia

La mia valigia da finesettimana: è una borsa di Masel che ho personalizzato con le mie cifre e scegliendo il tessuto interno.

La mia valigia da finesettimana: è una borsa di Masel che ho personalizzato con le mie cifre e scegliendo il tessuto interno.

Devo esser sincera, trovo pesante la parola organizzazione, è per questo negli ultimi anni mi sono dedicata ad eliminare : meno si ha, più facile è la gestione e anche in vacanza prediligo partire leggera. Durante la preparazione delle valigia seguo questi semplici passi:

1) faccio una lista scritta di ciò che desidero portare (e del necessario, dato che non sempre combaciano) Sembra banale e proprio per questo motivo evitavo di farla. Ma leggere la lista su un foglio, nero su bianco, mi aiuta veramente a vedere con chiarezza il superfluo.

2)mi assicuro che ogni pezzo possa essere abbinato con l'altro (talvolta inserire quella camicia significava costringermi a portare dietro un altro paio di scarpe e pantaloni adatti: valeva la pena?)  Partire con outfit già combinati ma intercambiabili è di grande aiuto. Adagio i capi piegati sul letto e confeziono i total look in buste di lino separate. Per un fine settimana è sufficiente il necessario per la sera, per la notte, per il giorno successivo più uno o due pezzi per dare una variazione all'outfit della sera e del giorno (nel mio caso è molto semplice visto che si tratta spesso di camicia e jeans ma ogni stile ha il suo must e , di conseguenza, le sue piccole variazioni)

3) Cerco di essere realistica: è la chiave. Non porto più completi intimi dei giorni che sto fuori casa, non porto scarpe che non ho mai indossato solo perchè forse in vacanza riuscirò magicamente a camminarci , non carico il computer né libri che non leggerò , non inserisco niente che alla domanda perchè risponda  "... nel caso in cui" (nella maggior parte delle destinazioni ci sono farmacie,negozi e supermercati forniti di ogni prodotto). 

Parto per una vacanza?  

Scegliere un bagaglio leggero significa

meno fatica nel trasporto (parto per dimenticare i problemi quotidiani che senso ha appesantirsi per poi constatare al ritorno di aver utilizzato solo la metà di tutto quel pesante bagaglio?!)
meno ansia del custode (amo lasciare gli oggetti preziosi a casa al sicuro e provare la piacevole sensazione di dover badare solo al mio benessere)
meno tempo sprecato a fare le scelte su cosa indossare ( non voglio perdere un attimo davanti a due abiti: voglio vivere al massimo il mio tempo nel luogo meraviglioso che ho scelto di visitare)
potersi concedere di comprare e indossare qualcosa del luogo che stai esplorando (amo sentirmi parte del posto, indossare gli abiti tipici è per me come mangiare locale)
 

Parto per lavoro?

non è necessario essere pronta a tutto (c'è sempre qualcosa di inaspettato che non potrò controllare: essere efficiente significa proprio saper gestire le difficoltà)

Irene Bernidecorate